8:30 am - 18:30 pm (LUN,MAR,MERC,GIO,VEN) - 9:00 am - 18:00 pm (SAB) domenica riposo
Yes

CAFFÈ: QUANTE TAZZINE SI POSSONO BERE OGNI GIORNO?

Il caffè ci accompagna per tutta la giornata: colazione, post-pranzo, fine cena… Ne beviamo talmente tanto che spesso si perde il conto di quante tazzine abbiamo bevuto. Uno studio promosso della University of South Australia e pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition, ha esaminato quanti caffè si possono bere ogni giorno, prima che questo cuocia alla salute (in particolare al cuore). Secondo quanto esaminato, bere più di sei tazzine aumentano il rischio cardiovascolare.

Quanta caffeina possiamo assumere?

Gli autori hanno concentrato l’attenzione sulla caffeina, un composto presente in maniera abbondante nel caffè (e in minima parte anche nel tè e nel cacao). Secondo recenti studi in materia, l’eccesso di caffeina potrebbe causare un aumento della pressione sanguigna, e a sua volta può portare a sviluppare malattie cardiache.

Nel 2015 l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare ha fissato i limiti per l’assunzione di caffeina: tra 200 mg e 400 mg(circa 5 tazzine di espresso) non crea alcuna preoccupazione per la salute. Tuttavia ricercatori da tutto il mondo continuano a dibattere sull’argomento, cercando di capire quando e quanto questa bevanda può far bene o male, con risultati spesso contrastanti.

Caffè sì, ma con moderazione

Gli studiosi australiani hanno analizzato un ricco campione composto da 350.000 persone dai 37 ai 73 anni relativamente al loro consumo di caffè. Di questi, più di 8.000 avevano registrato un evento cardiovascolare grave (infarto o ictus). L’analisi statistica dei numeri ha evidenziato che il rischio cardiovascolare è collegato alla quantità di caffè assunta. Bere più di 5 caffè al giorno fa aumentare del 22% il rischio cardiovascolare rispetto a chi beve 1 o 2 tazzine al giorno. Il dato curioso rivela che il rischio cardiovascolare tende ad accrescere anche nei soggetti che non bevono caffè (11%) o scelgono il decaffeinato (7%).

L’effetto “protettivo” di un minimo consumo di caffè sta nella presenza di alcuni composti antinfiammatori e antiossidanti contenuti nella bevanda.
Elina Hyppönen dell’Australian Centre for Precision Health della University of South Australia sostiene che per mantenere un cuore in salute e una buona pressione, le persone devono limitare il numero di tazzine assunte ogni giorno e berne meno di 6. In sintesi, come spesso accade quando si parla di cibo e bevande, è consentita l’assunzione purché ci si sappia regolare.

Articolo giornalistico di proprietà intellettuale di http://www.ristorazioneitalianamagazine.it

FRATELLI DE LUCA Salad&Juice Bar

No comments

You can be the first one to leave a comment.

Post a Comment